Libreria Mazzai Lonigo Libreria Mazzai Lonigo

Libreria Mazzai dal 1860

Alessandra, Alessandra, Laura, Silvana, Francesco, Emilio.
tl_files/varie/emilio1.jpg
 

Ci siamo presentati, queste sono le nostre "forze".
Avrete notato le due Alessandra, ma questo da noi è un nome molto comune, tutto è cominciato con un Alessandro.

L'origine si chiamava Alessandro Sacchiero, intorno alla metà del 1800 faceva il portalettere a Lonigo.

Di quei tempi non è che si comprassero molti giornali o libri, però, per conto delle Case editirci di allora, Alessandro recapitava le poche pubblicazioni esistenti e riscuoteva direttamente con il sistema che oggi si chiama contrassegno.
Un certo giorno volle rischiare e si mise in proprio a vendere libri e giornali con un tavolino e una tettoia appoggiati al Torrione a Lonigo: non abbiamo notizie di librerie precedenti, ma è documentato che quella fu la prima edicola del Veneto.
Sposatosi ebbe una figlia, Matilde, che maritò Mazzai Emilio ed insieme continuarono la bottega.
Alessandro non si ritirò mai dall'attività e lavorò nel settore della carta stampata per ben settanta (70) anni, conseguendo un altro primato, la durata, poco facilmente eguagliabile.
Da Emilio e Matilde nacque Bettino ancora oggi conosciutissimo e ricordato a Lonigo per i suoi colorati commenti alle notizie, peraltro imparati dal babbo Emilio.
Bettino cominciò la carriera ad Aosta come strillone di giornali, ma alla fine della seconda guerra mondiale, tornato a Lonigo, avviò con la moglie Rosa Sacco ed il figlio Emilio (anche lui) il negozio che ora è sede dell'attività.

Emilio Mazzai (nella foto, 1950) è ora il titolare ed il cerchio si chiude perchè con lui collaborano Alessandra, Alessandra, Laura, Silvana e Francesco.